La Garmugia di primavera

Ven, 04/10/2020

Ricette

In Toscana, è risaputo, amiamo le zuppe. A Lucca, la primavera è annunciata dalle primizie nell'orto e nei campi, che tutti apsettano per preparare una delle più fresche e gustose zuppe dell'anno, preparata appunto per un breve periodo, fintanto che sono disponibili.

Le quantità, ovviamente, sono indicative e possono essere variate a seconda dei gusti personali. I piselli e le cipolle aggiungono dolcezza, le fave danno un sapore più rustico, i carciofi e gli asparagi un tono signorile e un deciso sapore di primavera!

Ecco la ricetta tradizionale, ma, niente vieta di sostituire la pancetta e la vitella con un pizzico di erbe aromatiche primaverili, niepita e timo e concludere la preparazione con un uovo sodo sbriciolato, per una buona versione vegetariana.

cosa ci vuole

2 cipolline fresche
100 gr. di pancetta
100 gr. di carne di vitella
3 carciofi
100 gr. di punte di asparagi
100 gr. di pisellini freschi
100 gr. di fave sgusciate
sale e pepe
pane posato e tostato

come si fa

Tagliate finemente la cipolla, macinate la pancetta e la carne di vitella.
Fate rosolare tutto in pochi cucchiai d'olio d'oliva.

Una volta dorato questo fondo aggiungete le fave, i pisellini, i carciofi tagliati a spicchi ed infine le punte degli asparagi.
Fate cuocere aggiungendo, se necessario un po' di brodo.
Quando le verdure saranno a metà cottura, aggiungete il brodo rimasto e lasciate cuocere per 10 minuti.

Servite con il pane tostato.

Buon appetito!